Skip to content

Introduction

Le teorie del complotto sono un sottoinsieme distinto della disinformazione.
E sono – e saranno – con noi per sempre, dato che anche le teorie dormienti vengono spesso rianimate
perché le nuove generazioni le scoprono per la prima volta e le trovano affascinanti.
Il de-bunking di teorie individuali ha una portata e un ruolo molto limitati nella relazione a lungo termine tra la società e le cospirazioni.
Nel progetto “De Facto ci siamo concentrati sull’esplorazione dell’intero campo della disinformazione e l’abbiamo collegato all’educazione.
Continuando e sviluppando il nostro lavoro, vogliamo studiare in dettaglio la tipologia, le caratteristiche specifiche, i meccanismi cognitivi e i vettori di impatto.
Da questa esigenza, nasce il progetto “InTACT

InTACT: Il Progetto

Proponiamo di rimanere nell’ambito dell’educazione, dove ancora poco o nessun lavoro è stato fatto, e di coinvolgere insegnanti e studenti in scenari pratici in cui decostruire le teorie della cospirazione, esplorare i loro vari elementi, e forse anche testare-costruire una propria teoria della cospirazione.

An important part of the project will focus on the impact of conspiracy theories on social systems and in particular the link to active citizenship priority
Poiché la disinformazione e le teorie del complotto mirano a minare la fiducia del pubblico nell’autorità e nelle competenze istituzionali, a seminare confusione e a instillare paura e incertezza, lo sviluppo della nostra versione di un test di credulità incentrato sull’educazione rivelerebbe l’entità del danno potenziale e reale.
Questo è in linea con le priorità e le preoccupazioni di alto livello dell’UE, e va oltre il flusso quotidiano di informazioni.

Paesi Partner del Progetto

Il Progetto prevede la collaborazione di sei Paesi partner:

Bulgaria: National Training Centre
Bulgaria: Adam Smith College of Management
Repubblica Ceca: InErudico
Belgio: Arteveldehogeschool
Slovenia: LUV Ljudska univerza Velenje
Italia: C.I.R.P.E.

Obiettivi & Risultati

Obiettivi chiave:
·         Migliorare la comprensione della disinformazione and delle teorie del complotto
·         Aumentare la consapevolezza e la comprensione dei vettori di impatto (tecnologico e cognitivo) delle teorie del complotto
·         Ridurre l’impatto dannoso sui sistemi pubblici, le politiche e la fiducia
·         Contribuire alla cittadinanza attiva sostenibile
·         Migliorare il pensiero critico, l’alfabetizzazione mediatica e le competenze digitali

Risultati Attesi
·         Test di autovalutazione di base e di follow-up per la sensibilità alla disinformazione
e alle teorie del complotto
·         Studio e modello dell’impatto della disinformazione a livello personale, educativo e sociale
·         Modello di intervento formativo, basato sulla decostruzione della cospirazione
·         Corso di formazione online e archivio di risorse

Fase conclusiva di InTACT

Ogni Paese somministrerà, in una prima fase, dei test ad un gruppo significativo di utenti per raccogliere informazioni col fine di determinare punteggi e profili di rischio (suscettibilità alla disinformazione in generale) e misurare l’esposizione attuale alle principali teorie della cospirazione.

Dopo aver raccolto tutti i dati ricevuti tramite i test, i sei Paesi partner si confronteranno ed esamineranno i dati acquisiti rielaborandoli col fine ultimo di produrre contenuti per un corso di formazione online rivolto agli insegnanti sulle teorie della cospirazione e che fornirà gli strumenti utili per promuovere l’approccio di insegnamento dialogico.
Al termine del percorso, gli utenti avranno le risorse documentali cui attingere per migliorare il pensiero critico, l’alfabetizzazione mediatica e le competenze digitali degli allievi

Il progetto avrà inizio il 1 Settembre 2021, per una durata totale di 30 mesi

news corner

21/06/2022 – Ljubijana – Transnational Project Meeting #2:
InTACT – Partners: LUV – NTCenter – AHS – ASCom – CIRPE – InErudico



HASHTAG


HASHTAG


HASHTAG


HASHTAG


HASHTAG


HASHTAG

Cresta Help Chat
Invia su WhatsApp
en_US